Accedi al sito
Serve aiuto?

Eventi - Mostre - Pubblicazioni

LE MOSTRE - PER PROGETTI REALIZZATI SINGOLARMENTE O IN COMUNIONE

 
2020, CAIXAFORUM BARCELONA - OBJETOS DE DESEO - Surrealismo y Diseno, 1924-2020
OBJECTS OF DESIRE sovrappone opere surrealiste e oggetti di design dando vita ad affascinanti pararllelismi e riferimenti incrociati. Dipinti di personalità del calibro di Magritte, Dalì, Max Ernt e Duchamp - per citarne alcuni - sono abbinati a pezzi di Oppenheim, Front, Grcic, Matter e lo Studio65.
Le quattro sezioni della mostra dimostrano la duratura vitalità del dialogo tra Surrealismo e design, orientando per la prima volta l'attenzione su questo fenomeno: il surrealismo ha incoraggiato i designer a esaminare la realtà per ciò che è visibile, distogliendo lo sguardo dalla forma degli oggetti e concentrandosi verso messaggi nascosti e inconsci.




2020, HOUSTON MUSEUM OF FINE ARTS - RADICAL: Italian Design 1965-1985, The Dennis Freedman Collection




2020, R&COMPANY GALLERY NY - MELA MORSICATA - STUDIO65: Irony and Transgression



 





 
2020, DESIGN MUSEUM DANMARK - NIGHT FEVER - Designing Club Culture 1960 - Today 
NIGHT FEVER si apre con gli anni '60, esplorando l'emergere di locali notturni come spazi per la sperimentazione di interior design, nuovi media e stili di vita alternativi. Negli anni '70, con l'ascesa delle discoteche, la cultura del club acquista un nuovo slancio: le piste da ballo diventano palcoscenici e locali come lo Studio54 di New York (Andy Warhol e Keith Haring) e Les Bains Douches di Parigi (Philippe Stark) diventano i preferiti delle celebrità.
La mostra conduce i visitatori attraverso un affascinante mondo notturno, in contrasto con la routine della vita quotidiana. Cronologicamente vengono attraversati i vari periodi del clubbing, in cui troviamo anche il Flash Back e il Barbarella, progettate da Gianni Arnaudo insieme allo Studio65 e il Paolina B, progettato invece dal solo Arnaudo. All'interno viene inoltre esposta la poltroncina Aliko, disegnata da Arnaudo nel 1982 e inclusa successivamente nella collezione permanente del museo.








Poltroncina Aliko


Gianni Arnaudo durante la costruzione del Flash Back                                                                                Paolina B - foto interni


Paolina B - foto interni                                                                                                                                      Paolina B - foto interni

 
2019, VITRA DESIGN MUSEUM - OBJECTS OF DESIRE - Surrealism and Design 1924 - Today
OBJECTS OF DESIRE sovrappone opere surrealiste e oggetti di design dando vita ad affascinanti pararllelismi e riferimenti incrociati. Dipinti di personalità del calibro di Magritte, Dalì, Max Ernt e Duchamp - per citarne alcuni - sono abbinati a pezzi di Oppenheim, Front, Grcic, Matter e lo Studio65.
Le quattro sezioni della mostra dimostrano la duratura vitalità del dialogo tra Surrealismo e design, orientando per la prima volta l'attenzione su questo fenomeno: il surrealismo ha incoraggiato i designer a esaminare la realtà per ciò che è visibile, distogliendo lo sguardo dalla forma degli oggetti e concentrandosi verso messaggi nascosti e inconsci.





 
2019, CENTRO PER L'ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI - NIGHT FEVER - Designing Club Culture 1960 - Today
NIGHT FEVER si apre con gli anni '60, esplorando l'emergere di locali notturni come spazi per la sperimentazione di interior design, nuovi media e stili di vita alternativi. Negli anni '70, con l'ascesa delle discoteche, la cultura del club acquista un nuovo slancio: le piste da ballo diventano palcoscenici e locali come lo Studio54 di New York (Andy Warhol e Keith Haring) e Les Bains Douches di Parigi (Philippe Stark) diventano i preferiti delle celebrità.
La mostra conduce i visitatori attraverso un affascinante mondo notturno, in contrasto con la routine della vita quotidiana. Cronologicamente vengono attraversati i vari periodi del clubbing, in cui troviamo anche il Flash Back e il Barbarella, progettate da Gianni Arnaudo insieme allo Studio65 e il Paolina B, progettato invece dal solo Arnaudo. All'interno viene inoltre esposta la poltroncina Aliko, disegnata da Arnaudo nel 1982 e inclusa successivamente nella collezione permanente del museo.





 
2019, TRIENNALE DI MILANO - NUOVO MUSEO DEL DESIGN
CAPITELLO - GIANNI ARNAUDO / STUDIO65

Il Museo del Design Italiano, al piano terra della Triennale, ospita un allestimento permanente di una selezione dei pezzi più iconici e rappresentativi del design italiano. Le opere sono organizzate in ordine cronologico, con un allestimento semplice e lineare per dare il massimo risalto agli oggetti e offrire approfondimenti su storia, poetica e contesto della progettazione.



 
2019, KANAL BRUXELLES - NUOVA SEDE SATELLITE DEL CENTRE POMPIDOU
KANAL - Centre Pompidou nasce dalla convinzione che arte e cultura sono fondamentali per far incontrare le persone in una società sempre più divisa. L'idea è quella di offrire un centro culturale e di scambio aperto a tutti, per dare attenzione alla scena creativa di Bruxelles e contribuire alla crescita dell'appeal culturale della capitale.
Il KANAL - Centre Pompidou ospita non solo un museo d'arte moderna e contemporanea, ma anche ricche collezioni di architettura urbanistica. Inoltre è dotato di molti spazi pubblici con diverse funzioni.






2019, TEA TIME @COLLECTIBLE - BRUXELLES
Tavolino TEA TIME acquisito nella collezione permanente del museo ADAM - Brussels Design Museum

Dal 14 al 17 marzo si è svolta a Bruxelles la seconda edizione di Collectible, fiera interamente dedicata al design contemporaneo da collezione del 21esimo secolo.
La manifestazione, fondata nel 2018 da Clélie Debehault e Liv Vaisberg, nasce come una piattaforma globale per gallerie e designer affermati ma anche emergenti. Durante il suo debutto ha visto la partecipazione di più di 10mila visitatori.
Quest’anno Collectible si è tenuta presso Palazzo Vanderborght, con un allestimento curato dallo studio Verter di Rotterdam, e ha visto protagoniste gallerie, singoli designer e studi di design, per un totale di oltre 100 espositori.
La selezione dei partecipanti è stata affidata a un comitato composto da Marcus Fairs di Dezeen, Siegrid Demyttenaere di DAMN ° Magazine, Constance Rubini, direttore del MADD di Bordeaux, e Alice Stori Liechtenstein, fondatore dello Schloss Hollenegg for Design e docente al FH Joanneum di Graz.


 
2018, ADAM MUSEUM BRUXELLES - NIGHT FEVER - Designing Club Culture 1960 - Today
NIGHT FEVER si apre con gli anni '60, esplorando l'emergere di locali notturni come spazi per la sperimentazione di interior design, nuovi media e stili di vita alternativi. Negli anni '70, con l'ascesa delle discoteche, la cultura del club acquista un nuovo slancio: le piste da ballo diventano palcoscenici e locali come lo Studio54 di New York (Andy Warhol e Keith Haring) e Les Bains Douches di Parigi (Philippe Stark) diventano i preferiti delle celebrità.
La mostra conduce i visitatori attraverso un affascinante mondo notturno, in contrasto con la routine della vita quotidiana. Cronologicamente vengono attraversati i vari periodi del clubbing, in cui troviamo anche il Flash Back e il Barbarella, progettate da Gianni Arnaudo insieme allo Studio65 e il Paolina B, progettato invece dal solo Arnaudo. All'interno viene inoltre esposta la poltroncina Aliko, disegnata da Arnaudo nel 1982 e inclusa successivamente nella collezione permanente del museo.








2018, VITRA DESIGN MUSEUM - NIGHT FEVER - Designing Club Culture 1960 - Today 
NIGHT FEVER si apre con gli anni '60, esplorando l'emergere di locali notturni come spazi per la sperimentazione di interior design, nuovi media e stili di vita alternativi. Negli anni '70, con l'ascesa delle discoteche, la cultura del club acquista un nuovo slancio: le piste da ballo diventano palcoscenici e locali come lo Studio54 di New York (Andy Warhol e Keith Haring) e Les Bains Douches di Parigi (Philippe Stark) diventano i preferiti delle celebrità.
La mostra conduce i visitatori attraverso un affascinante mondo notturno, in contrasto con la routine della vita quotidiana. Cronologicamente vengono attraversati i vari periodi del clubbing, in cui troviamo anche il Flash Back e il Barbarella, progettate da Gianni Arnaudo insieme allo Studio65 e il Paolina B, progettato invece dal solo Arnaudo. All'interno viene inoltre esposta la poltroncina Aliko, disegnata da Arnaudo nel 1982 e inclusa successivamente nella collezione permanente del museo.




Gianni Arnaudo, Jochen Eisenbrand (curatore), Meike Wolfschlag (assistente curatore)                           Gianni Arnaudo e Mateo Kries (direttore Vitra Design Museum)


Conferenza inaugurale (sullo sfondo - immagine discoteca Flash Back)






Catharine Rossi (co-curatrice), Jochen Eisenbrand (curatore), Gianni Arnaudo




Poltroncina Aliko                                                                                                                                                 Gianni Arnaudo e Piero Derossi



2017, R&COMPANY New York - SUPER DESIGN
CAPITELLO - GIANNI ARNAUDO / STUDIO65




2017,  HYERES VILLA NOAILLES - LA BOITE DE NUIT








Gianni Arnaudo durante la costruzione del Flash Back

 
2016, TRIENNALE DI MILANO - COMUNITA' ITALIA - Architettura, città e paesaggio dal dopoguerra al Duemila




2016, MIRAFIORI SUD - BINARIO 18 #stayhumanart
mostra progetto Politecnico di Torino




2015, MUSEUM OF CONTEMPORARY ART CHICAGO - POP ART DESIGN








2015, HENIE ONSTAD KUNSTSENTER OSLO - POP ART DESIGN








2013/2014, BARBICAN CENTER LONDRA - POP ART DESIGN










2013, MODERNA MUSEET STOCCOLMA - POP ART DESIGN










2013, LOUISIANA MUSEUM OF MODERN ART COPENHAGEN - POP ART DESIGN






2014, XIV BIENNALE DI VENEZIA










2008, FILATOIO DI CARAGLIO - POP DESIGN - FUORI LUOGO FUORI SCHEMA - Torino World Design Capital 









GLI EVENTI


2019, LECTIO MAGISTRALIS 'UN ITINERAIRE POP ENTRE IRONIE ET DESECRATION' - ULB BRUXELLES







 
2018, PRIMO CLASSIFICATO PREMIO REGULA - ROMA, ACCADEMIA DI SAN LUCA
Nel prestigioso Salone d’Onore dell’Accademia Nazionale di San Luca in Roma, con la conduzione di Alda D’Eusanio si è svolta la cerimonia di conferimento del Premio, “Regula - 100 Progetti Italiani”, patrocinato, tra gli altri, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dal Ministero dell’Ambiente, dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, dal Consiglio Nazionale degli Architetti, dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri e dall’ANCE.
Alla presenza del Comitato d’onore presieduto dal Presidente Generale del Consiglio superiore dei Lavori Pubblici Ing. Sessa, sono stati selezionati dieci progetti per diverse categorie di intervento. Per quanto riguarda il mondo della produzione, il primo premio è stato conferito all’architetto Gianni Arnaudo per il suo innovativo progetto di cantina in Barolo. Essa è stata concepita come due scatole sovrapposte, avendo a modello i contenitori in legno da tempo utilizzati per la commercializzazione delle bottiglie, le cui caratteristiche sono rispecchiate in macro nell’edificio.
Tra 100 progetti esaminati dalla Commissione e  realizzati dai più famosi studi italiani che attualmente operano in Italia e all’estero (fra cui, per citarne qualcuno Studio Fuksas, Cucinella Architects, Carlo Ratti, Renzo Piano… e tanti altri), l’architettura di Arnaudo ha ottenuto il  prestigioso riconoscimento per l’idea di un edificio fra le colline e le vigne come una scultura, il cui significato si amplia a richiami etici: con lo strumento della macroscopicizzazione di un frammento del linguaggio del vino – il packaging – il progetto ironizza su una delle contraddizioni del nostro tempo, sul tema dell’apparire come valore prevalente rispetto ai contenuti.
Gianni Arnaudo, attraverso questa realizzazione dichiara: “E' un progetto che definisco di CONTRO-ARCHITETTURA, così come CONTRO-DESIGN sono molti dei miei progetti.
L'obbiettivo non è provocare o semplicemente scandalizzare, ma usare l’architettura come strumento visuale, costruzione senza valenza di costruito per scrivere una frase con un diverso mezzo di grafia. Un’architettura per imparare a leggere altra architettura, demistificarla e farne “esplodere” le contraddizioni con la forza dell’ironia. E' la prima cantina pop al mondo ed è la prosecuzione del mio pensiero in fatto di edifici E' un altro modo di esprimere il concetto di "progetto critico", connaturato al mio linguaggio
d'architetto.”
Il progetto della cantina premiata – unico edificio pop in tale categoria – è inserito nel nuovo volume “100 Progetti Italiani“ edito da Riccardo Dell’Anna Editore,  Casa Editrice che da anni persegue l’obbiettivo di promuovere l’italianità attraverso pubblicazioni di alto valore artistico.


Alda D'Eusanio si congratula con Gianni Arnaudo




Gianni Arnaudo riceve il premio Regula dal presidente Nazionale dell'Ordine degli Ingegneri, insieme a Riccardo Dell'Anna

 
2017, INAUGURAZIONE SPAZIO SLIDE - MILANO, Foro Bonaparte 57
con TEA TIME e PANDORO - design GIANNI ARNAUDO






2017, CASABELLA - CERAMICA E ARCHITETTURA 






2016, NOW > NEXT - Architects meet in Selinunte




Gianni Arnaudo con Odile Deq


Gianni Arnaudo con Luigi Prestinenza Puglisi


2015, POLITECNICO DI TORINO - LECTIO MAGISTRALIS
 


2015, CONVEGNO MILANO EXPO - POLITECNICO DI MILANO





PINK LADY e TAVOLO RED CARPET @Festival di Cannes - spiaggia Carlton Hotel, 2011




CAPITELLO @Dongdaemun Design Plaza Seoul








LE PUBBLICAZIONI - PER PROGETTI E/O OGGETTI REALIZZATI SINGOLARMENTE O IN COMUNIONE







IOARCH MARZO 2020 - STABILIMENTO DROMONT





IDEA MARZO 2020 - GIANNI ARNAUDO - VISIONE E STIMOLO




IL CORRIERE DI SALUZZO 06/02/2020 - NIGHT FEVER @DESIGNMUSEUM DANMARK COPENHAGEN




LA REPUBBLICA 30/01/2020 - NIGHT FEVER @DESIGNMUSEUM DANMARK COPENHAGEN




IOARCH NOVEMBRE 2019 - CANTINA L'ASTEMIA PENTITA







YOUBUILD SETTEMBRE 2019 - CANTINA L'ASTEMIA PENTITA






L'ARCA INTERNATIONAL LUGLIO-AGOSTO 2019 - CANTINA L'ASTEMIA PENTITA

 




INTERNI MAGAZINE LUGLIO-AGOSTO 2019 - POLTROCINA ALIKO

  




LA STAMPA - CANTINA ASTEMIA PENTITA




CONTEMPORART 96 - BUON COMPLEANNO VENCHI!





NIGHT FEVER EXHIBITION @ADAM MUSEUM BRUXELLES - "FLASH BACK" SU DOMUS




BIGMAT INTERNATIONAL ARCHITECTURE AGENDA - NIGHT FEVER EXHIBITION @ADAM MUSEUM BRUXELLES



CA&LA - NIGHT FEVER EXHIBITION @ADAM MUSEUM BRUXELLES




EXPO AGENDA - NIGHT FEVER EXHIBITION @ADAM MUSEUM BRUXELLES




L'ECHO ONLINE - NIGHT FEVER EXHIBITION @ADAM MUSEUM BRUXELLES



L'ECHO - NIGHT FEVER EXHIBITION @ADAM MUSEUM BRUXELLES




L'INCONTOURNABLE - NIGHT FEVER EXHIBITION @ADAM MUSEUM BRUXELLES




PLUS MAGAZINE - NIGHT FEVER EXHIBITION @ADAM MUSEUM BRUXELLES



TAUTACH'S BLOG - NIGHT FEVER EXHIBITION @ADAM MUSEUM BRUXELLES



NIGHT FEVER - DESIGNING NIGHT CULTURE - CATALOGO NIGHT FEVER VITRA MUSEUM



THE PLASTIC COLLECTION - CATALOGO ADAM MUSEUM





GAZZETTA D'ALBA 2018 - CANTINA L'ASTEMIA PENTITA




ADAM BRUXELLES



IL SOLE 24 ORE 2018 - VENCHI 140 ANNI



I GRANDI VINI 2018 - CANTINA L'ASTEMIA PENTITA




THE PLAN 2018 - CANTINA POP



LA GAZZETTA D'ALBA - CANTINA POP




LA STAMPA 2018 - CANTINA POP




DOMUS 90 ANNI 





TRIENNALE DESIGN MUSEUM - IL MUSEO MUTANTE





THE COOL HUNTER - MOSTRA NIGHT FEVER @VITRA




INTERNI - MOSTRA NIGHT FEVER @VITRA



CORRIERE DELLA SERA - DISCOTECA FLASH BACK




ARTRIBUNE - CLUBBING E DESIGN. IN MOSTRA AL VITRA




DETAIL MAGAZINE - NIGHT FEVER: EXHIBITION AT VITRA DESIGN MUSEUM



ARCHINECT - CFROM THE 60' TO TODAY THE "NIGHT FEVER" EXHIBITION




INTERNI - FLASH BACK





MOSTRA 68 - OGGETTI E PROGETTI PER UN NUOVO MONDO




SURFACE MAGAZINE - DALLE VITRA DESIGN MUSEUM PUTS NIGHTCLUBS IN THE SPOTLIGHT




ELLE DECOR - DALLE DISCOTECHE ANNI 60' AI CLUB DEI MILLENNIALS:
LA (SILENT) MOSTRA NIGHT FEVER




ABITARE - NIGHT FEVER - Designing Club Culture 1960 - Today
 




THE WALL STREET JOURNAL - NIGHT FEVER - Designing Club Culture 1960 - Today 





THE PINK HOUSE - DALLE DISCOTECHE ANNI 60' AI CLUB DEI MILLENNIALS:
LA (SILENT) MOSTRA NIGHT FEVER




ELECTROMODE - NIGHT FEVER - Designing Club Culture 1960 - Today 




TRENDHUNTER - NIGHT FEVER - Designing Club Culture 1960 - Today 



 

AREA N. 155 - TERRE DA VINO - contemporary itinerary Northen Italy






TOILETPAPER - 1968 ITALIAN RADICAL DESIGN




foto Toiletpaper


DOMUS N. 1019 - MAINA





IL SOLE 24 ORE - TERRE DA VINO / VITE COLTE




CANTINE DA COLLEZIONE - TERRE DA VINO









FENDI E IL CINEMA - ROMA, Palazzo della Civiltà Italiana





LA REPUBBLICA - LA CITTA' DI GRATTACIELI E NUOVI QUARTIERI




The PLAN Award 2017




100 PROGETTI ITALIANI - MAINA PANETTONI
 





L'ARCA INTERNATIONAL - Mostra Villa Noailles - Hyeres





RADICAL DESIGN @Vitra Design Museum




AREA n.150 - MAINA



CORRIERE DELLA SERA - LA LETTURA





MARIE CLAIRE MAISON - GUIDA AL DESIGN






L'ARCA INTERNATIONAL - MAINA








IOARCH - MAINA








PERSPECTIVE - THE PLAN 2016




IL SOLE 24ORE - MAINA







LA STAMPA - CANTINA L'ASTEMIA PENTITA




IL GIORNALE - CANTINA L'ASTEMIA PENTITA




PERCORSI30





 











 


 









L'ARCA INTERNATIONAL n.8 - BITRON GRUGLIASCO







PORTE E FINESTRE - FANTASIA DISSACRANTE






FOOD DESIGN WEEK - TERRE DA VINO





WANTED - NEW YORK DESIGN WEEK




IL SOLE 24 ORE - MAINA



DDN - A DESIGNER DICTIONARY


 


LE CASE DEL VINO




SOGNO E SEGNO - il Centro Congressi della Provincia di Cuneo




COPERTINA L'ARCA INTERNATIONAL 259 - DEJEUNER SUR L'ARBRE




COPERTINA L'ARCA INTERNATIONAL 69 - TORRE PASTEUR, MONTECARLO




COPERTINA DOMUS 534 - DISCOTECA FLASH BACK, BORGO SAN DALMAZZO (CN)




COPERTINA PERCORSI 30 - POP RELOADED